Vai al contenuto

Cosa sono gli spazi confinati e cosa può fare il RLS

Gli  spazi confinati sono descritti come luoghi di lavoro a forte rischio per la salute la sicurezza sul lavoro. 

Sono luoghi  angusti e ristretti  in cui non è prevista la presenza continuativa di un lavoratore , si entra cioè solo per determinati motivi e per tempi ridotti. 

In genere sono luoghi con accessi difficoltosi e spazi interni ridotti e con scarsa ventilazione 

I gas tossici e la carenza di ossigeno occupano un posto di rilievo e sono anche la prima causa di incidenti in spazi confinati.

Gli  infortuni mortali spesso non coinvolgono solo il lavoratore  che è all’interno di uno spazio confinato ma anche tutti coloro che generosamente cercano di soccorrerlo… 

Ci sono anche i rischi derivanti dalla presenza di sostanze infiammabili, il rischio di caduta dall’alto, il rischio di seppellimento e vari rischi di tipo biologico, folgorazione, ustione, eccetera.

Ecco perché chi opera  o coadiuva qualcuno che lavora in uno spazio confinato  deve aver fatto una formazione e un addestramento specifico

Quali sono gli spazi confinati

Alcuni esempi di luoghi confinati o sospetti di inquinamento:

  • Serbatoi, tini, botti autobotti, vasche in aziende vitivinicole 
  • Serbatoi, celle, locali e stanze chiusi nell’industria agroalimentare, chimica, farmaceutica 
  • Serbatoi, cisterne, silos metallici  in costruzione o riparazione
  • Locali tecnici interrati, cunicoli, cavidotti
  • Mulini, silos nell’industria alimentare, mangimifici, cementifici
  • Vasche interrate e condotte di impianti fognari e di stoccaggio deiezioni negli allevamenti ani

La normativa 

Sono due le fonti normative : il testo unico 81/08 e il dpr 177/2011

L’articolo 179 del D.Lgs. 81/2008 tratta degli “interventi in spazi confinati” e stabilisce che i lavoratori non possono accedere a spazi confinati senza che siano state adottate misure di prevenzione e protezione, e che i datori di lavoro sono tenuti a effettuare una valutazione dei rischi specifici per tali spazi. Inoltre, vengono dettagliati gli obblighi dei datori di lavoro riguardo alle procedure operative, all’informazione e formazione dei lavoratori, alle attrezzature di protezione individuale (EPI) e ai sistemi di emergenza e di soccorso.

l DPR 177/2011 definisce le misure minime di sicurezza da adottare nelle attività lavorative svolte all’interno degli ambienti confinati. Il Decreto prevede procedure generali di prevenzione e protezione tra cui: valutazione dei rischi prima di iniziare qualsiasi attività, formazione specifica per tutti i lavoratori che entrano in un ambiente confinato, equipaggiamento protettivo adeguato al tipo di rischio presente e ispezioni periodiche degli spazi confinati. L’obiettivo principale del DPR 177/2011 è quello di garantire la salute e la sicurezza dei lavoratori nell’ambiente confinato, fornendo loro tutti i mezzi necessari per compiere il proprio lavoro in condizioni sicure.

Cosa può fare il RLS?

Verificare che nel documento di valutazione dei rischi  siano stati mappati tutti  gli ambienti confinati o sospetti di inquinamento all’interno dell’azienda. 

Ne siano stati analizzati i rischi collegati e  siano state identifichate sia le procedure di lavoro e manutenzione all’interno sia le procedure in caso di emergenza o infortunio.

Se i lavori  in luoghi confinati vengono appaltati il RLS dovrebbe accertarsi  che le  imprese siano abilitate e con personale formato adeguatamente  e che sia stato predisposto un DUVRI  sui rischi di interferenza.

Questa breve nota non è sufficiente per affrontare adeguatamente il problema che appare complesso. Proponiamo perciò tre contributi di Inail di facile lettura che analizzano i diversi aspetti del problema:

Gli Aspetti legislativi > https://www.inail.it/cs/internet/comunicazione/pubblicazioni/catalogo-generale/pubbl-ambienti-confinati-aspetti-legislativi-caratterizzazione.html

La Formazione in aula > https://www.inail.it/cs/internet/comunicazione/pubblicazioni/catalogo-generale/pubbl-ambienti-confinati-formazione-in-aula-addestramento.html

Un Manuale illustrato  sulle modalità di lavoro > https://www.inail.it/cs/internet/docs/alg-manuale-illustrato-per-lavori-in-ambienti-sospetti_4443088820844.pdf

Image by aleksandarlittlewolf on Freepik

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *