Vai al contenuto

Quale ruolo per gli RLS nei piani mirati di prevenzione?

I Piani Mirati di Prevenzione, varati dal Piano Regionale per la Prevenzione 2020 – 2025 e in fase di realizzazione da parte degli Spisal della provincia di Vicenza., si presentano come  una  modalità innovativa di intervento nelle aziende.

L’obiettivo ambizioso dei Piani Mirati di Prevenzione (PMP) è quello di migliorare le condizioni generali di sicurezza e salute nelle aziende attraverso attività di assistenza e supporto alle imprese e non solo attraverso la vigilanza mirata alla verifica dell’applicazione di leggi e norme.

L’obiettivo è quello di supportare/assistere le aziende, soprattutto di piccole dimensioni, nel valutare e gestire correttamente i principali rischi a cui i lavoratori sono esposti coniugando, nello stresso intervento, assistenza e vigilanza.

Con tale modalità gli Spisal prevedono di aumentare l’efficienza dei loro interventi   e il livello di salute e sicurezza sul lavoro nelle aziende.

Quali sono i settori interessati?

Sono state selezionate circa 500 aziende dei settori lavorativi del Legno, della Metalmeccanica e della Logistica, considerati i settori maggiormente a rischio (altri settori a rischio come Agricoltura ed Edilizia verranno trattati con interventi specifici).

Per ognuno di questi settori sono stati individuati 2 o 3 rischi principali e sono state inviate a queste aziende n. 2 check list:

  • una di tipo conoscitivo dell’azienda e delle sue lavorazioni (sono state restituite entro ottobre 2023) 
  • un’altra, più completa, di autovalutazione utile all’azienda per individuare le misure per una corretta gestione dei rischi principali del settore.

Nel corso del 2024 verranno effettuati dagli Spisal dei sopralluoghi a campione in circa 200 aziende con l’obiettivo di fornire assistenza e promozione di buone pratiche volte a  migliorare la salute e sicurezza dei lavoratori ed eventualmente prescrivere le misure di adeguamento in caso di mancato rispetto della normativa.

Il ruolo del Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza nei PMP?

Le 500 aziende selezionate sono state invitate a coinvolgere gli RLS nella compilazione della check list da restituire .

Durante i sopralluoghi, effettuati dai tecnici Spisal che verranno eseguiti nel campione nelle 200 aziende, il RLS verrà direttamente coinvolto con le altre figure aziendali della prevenzione.

La presenza del RLS in fase di sopralluogo sarà fondamentale per approfondire le tematiche trattate dal punto di vista dei lavoratori e per definire   lo stato di attuazione delle misure di prevenzione in azienda

Come utilizzare le check list e dove si possono trovare?

Le check list di autovalutazione di seguito scaricabili sono uno strumento agile e semplice e possono essere utilizzate in tutte le aziende dei 3 settori, quindi anche in quelle non selezionate dagli SPISAL, per verificare se i principali rischi per la salute e la sicurezza sono correttamente gestiti.

Image by pressfoto on Freepik

1 commento su “Quale ruolo per gli RLS nei piani mirati di prevenzione?”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *